di Manuela

Vecchie ferrovie: itinerari a piedi o in bici

17 Giu 2024 | Outdoor

Se vi intrigano le vecchie ferrovie ecco gli itinerari a piedi o in bici, tre al momento, da non perdere! Ricchi di storia e natura questi percorsi permettono di fare un salto indietro nel tempo imparando cose nuove e riempiendosi gli occhi, come sempre in Trentino Alto Adige, di meraviglia, ma stavolta in modo originale!

Strada della vecchia ferrovia Ora

1. Strada vecchia ferrovia a Ora

Si tratta di un percorso ciclabile di circa 27 chilometri sulla Strada del Vino, che percorre il tracciato della vecchia ferrovia, ancora ben conservata, della Val di Fiemme (costruita negli anni di guerra 1916-1917 e utilizzata come linea di rifornimento durante la Prima Guerra Mondiale, da Ora a Predazzo). Attraversa riserve naturali incontaminate, come il biotopo di Castelfeder o il piccolo ma interessante Parco Naturale Monte Corno. Si parte dal percorso ciclabile lungo l’Adige e attraverso Fontanefredde si raggiunge il Passo San Lugano. Protagonista del tour insieme alla ferrovia è anche il vino: tra il Lagrein di Ora, il castello dei Baroni di Longo, che coltivano il vino da oltre 400 anni a Egna e le coltivazioni di Pinot Nero intorno al Viadotto di Gleno, questo tour diventa anche una vetrina per le produzioni altoatesine. Noi abbiamo provato l’escursione per voi e l’abbiamo raccontata in “Val di Fiemme: sulla strada della vecchia ferrovia”.

Crediti fotografici © Dolomites Val Gardena/Harald Wisthaler, S. Cristina – DOLOMITES Val Gardena

2. Sentiero del trenino della Val Gardena

Tra gli itinerari lungo le vecchie ferrovie, ecco la suggestiva passeggiata ricavata dalla storica  ferrovia “Ferata de Gherdëina”, che risale alla monarchia austro-ungarica e che collegava Oritisei a Santa Cristina. Tra il 1916 al 1960 serviva, purtroppo, per trasportare materiale da guerra da Chiusa a Plan. A costruirla, in pochissimi mesi, ben 6.000 soldati russi, prigionieri di guerra. La passeggiata inizia a S. Cristina (in via Cisles) e per 3,5 chilometri, che mostrano come la ferrovia è stata ben conservata, si può camminare fino ad Ortisei. Belli i cartelli che spiegano la storia del trenino e in generale la situazione storica che c’era ai tempi del suo utilizzo. Se salite fino a Santa Cristina per percorrere questo sentiero vi consigliamo anche di visitare il tunnel del Trenino della Val Gardena (Streda Chemun, 9 | Tel. 0471 777800) e la ricostruzione della stazione, entrambi vicino alla chiesa parrocchiale.

Crediti fotografici weinstrasse.com | Foto: AT, ©Peer

3. Ciclabile da Bolzano a Caldaro

Lungo il tracciato della ferrovia dell’Oltradige che collegava appunto Caldaro a Bolzano, è stata realizzata questa ciclabile che parte da Ponte Adige nei pressi di Firmiano, quasi sotto il castello (che ospita il Messner Mountain Musem). Inizialmente si segue la ciclabile per Merano fino al ponte per il fiume Adigee poi, in leggera salita, si prosegue fino all’antica stazione ferroviaria di S. Michele/Appiano. Il panorama offre una bella vista su vigneti e frutteti tipici della zona e il percorso è caratterizzato dalla presenza di alcuni tunnel che appartenevano proprio alla ferrovia dell’Oltradige, come testimonia anche la vecchia locomotiva che si trova a Caldaro. Si tratta di un giro relativamente breve (circa un’ora all’andata), ma in leggera salita.

Vi abbiamo convinti con gli itinerari lungo le vecchie ferrovie? Se vi intrigano questi percorsi a metà strada tra la storia e la natura vi consigliamo anche questo: “Il sentiero della posta in Val Gardena” che a noi era piaciuto molto oppure una visita a Certosa in Val Senales, conosciuta come “Il paese del silenzio

 

0 commenti