Home Eventi - Il Trentino Alto Adige delle Meraviglie Escursioni Anteprima “Il Cammino delle Terre Sospese”

Luogo

Faver - Altavalle
Faver - Altavalle
Categoria

Maggiori informazioni

Continua a leggere

Data

26 Aprile 2024

Ora

Tutto il giorno

Etichette

Escursioni

Anteprima “Il Cammino delle Terre Sospese”

Tre giorni in cammino tra boschi e paesi sospesi dell’Alta Val di Cembra (Trentino) da venerdì 26 a domenica 28 aprile (3 giorni, 2 notti). Il Cammino delle Terre Sospese è un percorso che unisce paesi, frazioni e masi della Val di Cembra: attraversa boschi di abeti, faggi e larici, costeggia sorprendenti vigneti verticali ed entra nel cuore di paesi che appaiono sospesi nel tempo, per incontrare l’identità profonda e genuina di questa valle lontana dai circuiti più inflazionati. È una montagna silenziosa quella dell’Alta Val di Cembra: luoghi sconosciuti ai più, che non fanno clamore e di cui non troviamo foto patinate sulle riviste di viaggio, ma che nascondono una bellezza preziosa, che si mostra solo a chi si concede il tempo e l’umiltà di volerla comprendere.

L’iniziativa si svolgerà con un minimo di 6 e un massimo di 12 persone. La quota di partecipazione è pari a € 120 a persona. Nel caso in cui il numero di iscritti superi le 9 persone, la quota si riduce per tutti a € 100 a persona. Prenotazione obbligatoria entro domenica 21 aprile 2024 e fino a esaurimento dei posti disponibili a info@lacampirlota.it o 349 5805345 (Elisa), anche via WhatsApp o SMS.

Il percorso salta dalla sponda destra a quella sinistra della valle, superando il torrente Avisio, indiscusso protagonista di questo affascinante cammino, portandoci a scoprire una ricchezza di paesaggi naturali e culturali che ci soprenderà: piccoli paesi “sospesi”, tenacemente aggrappati ai versanti della montagna, vigneti terrazzati sorretti da arditi muri a secco, chiesette medievali, castelli e storiche vie di collegamento, piccoli masi e antiche case rurali, mulini, fucine, segherie… e poi torrenti, boschi e prati vestiti coi colori della primavera. E le persone: la ricchezza di questo Cammino, lo possiamo dire senza alcun dubbio, è fatta da tutte quelle persone che quando incontrano un camminatore lungo la strada non riescono proprio a fare a meno di aprirgli la porta di casa e offrirgli un bicchiere di Schiava. E dal gruppo di volontari che ha ideato il Cammino e lo sta realizzando. Il Cammino delle Terre Sospese, infatti, non è un semplice percorso fisico, ma un progetto che nasce da un gruppo spontaneo, di volontari, per “fare comunità”. In che modo? Stimolando le persone a incontrarsi e confrontarsi su uno sviluppo più sostenibile, rafforzando lo spirito di una comunità attiva e accogliente; stimolando anche i residenti a ri-scoprire il proprio territorio, a piedi e a passo lento, visitando i paesi della valle e incontrando lungo il cammino persone che hanno voglia di raccontarsi (per maggiori informazioni sul progetto, è possibile contattare l’associazione Destinazione Val di Cembra: destinazionevaldicembra@gmail.com).

Il Cammino delle Terre Sospese sarà inaugurato ufficialmente nell’autunno 2024. L’iniziativa che vi proponiamo è pensata come un’anteprima del percorso. Ha una lunghezza totale di 100 km ma in questa iniziativa viene proposta  di percorrerne solo una parte, per un totale di 42 km distribuiti in 3 giorni di cammino.

Programma:

1° giorno: venerdì 26 aprile 2024
Ritrovo alle 14.00 a Faver (Altavalle), al parcheggio di Piazza Chiesa (vedi google maps)
Percorso: Faver – Ponte di Cantilaga (Avisio) – Castello di Segonzano – Piazzo – Piramidi di Segonzano – Stedro – Santuario della Madonna dell’Aiuto – Gaggio. Lunghezza totale 8,5 km con 500 m di dislivello in salita.
Arrivo a Gaggio (frazione di Segonzano) per la cena e il pernottamento presso l’Agritur Mirtilla (di Mirta Giacomozzi). Durante la cena, incontreremo alcuni rappresentanti dell’associazione Destinazione Val di Cembra e altre persone che stanno portando avanti interessanti progetti di sviluppo territoriale e di comunità.

2° giorno: sabato 27 aprile 2024
Colazione abbondante e partenza da Gaggio attorno alle 9.00.
Percorso: Gaggio – Valcava – Sveseri – Montesover – Montealto – Piscine – Sentiero dei vecchi mestieri – Pont de La Rio (Avisio) – Maso La Rio – Grumes. Lunghezza totale 19 km con 1000 metri di dislivello in salita.
Arrivo a Grumes nel tardo pomeriggio. Sistemazione presso L’Ost – Ostello di Grumes. Cena a “Il Grillo – Comunità ristorante” a Grauno, dove incontreremo i protagonisti di uno splendido progetto di inclusione lavorativa e animazione di comunità.

3° giorno: domenica 28 aprile 2024
Colazione e partenza da Grumes attorno alle 9.00.
Percorso: Sentiero dei vecchi mestieri (visita alla fucina e alla segheria) – Masi di Grumes – Le Bornie – Portegnach – rientro a Faver verso le 17.00 e brindisi finale. Lunghezza totale 15 km con 550 m di dislivello in salita.

 

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *