Seleziona una pagina

E’ stata inaugurata da pochi giorni e… potevamo non provare la nuovissima CermiSkiLine? La Ferrata dei Laghi che permette di raggiungere la Vetta del Castel di Bombasel (2535m), il massiccio che domina dall’alto gli splendidi Laghetti di Bombasel e offre  l’ opportunità di godere del bellissimo e selvaggio paesaggio del Lagorai.

📍 Partenza

Una volta lasciata la macchina nell’ampio parcheggio a lato della strada provinciale proprio sotto al paese di Cavalese, prendiamo gli impianti di risalita (info e costi, QUI) che dal fondovalle portano fino ai 2250 mt del Paion del Cermis. Qui si trova l’omonimo rifugio, una bella fattoria con animali e, a pochi passi, un punto panoramico a 360° dove sono segnalate tutte le catene montuose che circondano l’Alpe Cermis.

🏔️ La Ferrata

Dal punto panoramico iniziamo a seguire le indicazioni per i Laghi di Bombasel (segnavia 353/L03) e, dopo aver sceso una bella e leggermente ripida scalinata, percorriamo l’ampio sentiero che ci porta in circa mezz’ora di camminata al lago più grande e a pochi passi vediamo gli altri piccoli specchi d’acqua.

Il paesaggio circostante è davvero molto bello e ricco di scorci davvero unici che meritano sicuramente qualche fotografia, noi, arrivando abbastanza presto, ne abbiamo approfittato per qualche scatto in solitaria. Dal lago seguiamo quindi le indicazioni per la vicina Forcella del Macaco (2278m). Qui si apre di fronte a noi un’altra splendida vallata dove si comincia ad intravedere il Lago di Lagorai. Dalla forcella seguendo le indicazioni per la CermiSkiLine raggiungiamo in pochissimo tempo l’inizio del sentiero attrezzato. Vi suggeriamo, per comodità, di mettere qui l’imbrago e caschetto, indispensabili per intraprendere la ferrata. Basta avventurasi nel primo tratto, voltare lo sguardo e capirete subito perché si chiama Ferrata dei laghi… il panorama parla da sé.


Man mano che si sale il panorama assume sempre più fascino e cominciamo a scorgere alla nostra sinistra anche i piccoli Laghetti di Lagorai.


La ferrata è abbastanza semplice e presenta solo un paio di passaggi verticali di media difficoltà, è comunque molto importante fare attenzione ed essere sempre assicurati durante l’ascesa che, in circa 50 minuti, vi porta alla vetta.


Dopo esserci rilassati un attimo ed esserci goduti il panorama proseguiamo lungo la Bombasel Highway, il tratto attrezzato che scende lungo la cresta nord-ovest, molto piacevole e senza particolari difficoltà, offre diversi scorci davvero mozzafiato!


Una volta raggiunta la Standing Stone potete decidere di seguire il segnavia L04 e ritornare al punto di partenza e concludere il percorso classico ad anello o, come abbiamo fatto noi, raggiungere sempre in cresta il vicino Cimon To della Trappola (2401m) e da lì scendere attraverso un comodo sentiero verso il Rifugio Paion. Qui abbiamo approfittato dell’ottimo self service e ci siamo dissetati con una buona birra ed un piatto di gnocchi di polenta con lo speck.


Sia che decidete di fare l’ultima deviazione come noi, che seguire l’itinerario classico, mettete in preventivo circa 3 ore e mezza dall’arrivo dell’impianto Paion del Cermis e ritorno.

La Ferrata dei Laghi ci è piaciuta perché?

  • con un po’ di attenzione e in sicurezza è davvero alla portata di tutti, anche a chi si è avvicinato da poco alle ferrate;
  • abbiamo potuto ammirare un panorama a 360° davvero unico
  • è un’opportunità in più per salire in quota e vivere la bellissima Alpe Cermis durante la stagione estiva

Per maggiori informazioni: www.alpecermis.it
Per scaricare la cartina della ferrata, CLICCA QUI

Share This